Seleziona una pagina

Luciano Nobili

Questa è la mia storia…

40 anni, romano, romanista, riformista. Un figlio: Pietro.
La mia prima esperienza politica l’ho fatta a 15 anni come volontario nel primo Comitato per Rutelli Sindaco.
Poi l’impegno da rappresentante degli studenti all’Università di Roma Tre. Proprio all’Università, nel 2002 ho promosso una partnership con Comune di Roma e Comunità di Sant’Egidio che ha visto la partecipazione di numerosi artisti e ha permesso di realizzare un laboratorio per il trattamento di terapie antiretrovirali a Beira, in Mozambico
Nel 2000, all’alba del terzo millennio, mi sono iscritto per la prima volta ad un partito politico: i Democratici, guidati da Romano Prodi e Francesco Rutelli.
Nel 2001 ho aderito alla Margherita, nel 2003 sono stato eletto coordinatore nazionale dell’esecutivo dei Giovani della Margherita. Tra gli impegni più significativi in quegli anni, il viaggio nelle carceri minorili d’Italia, la creazione dell’osservatorio “Gli Invisibili”, dedicato ai temi dei giovani italiani e la battaglia per la difesa della Costituzione nel referendum del 2006.
Nel 2007 ho girato l’Italia su un pulmino insieme a Roberto Giachetti per chiedere a Ds e Margherita di dar vita al Partito Democratico, che era già nato nella testa e nel cuore dei nostri elettori.
Ho partecipato alla nascita del PD e sono stato tra i fondatori dei Giovani Democratici.
Nel 2008 ho ideato e promosso la lista Under 30, alle elezioni comunali di Roma: una lista civica per la prima volta composta esclusivamente da oltre 300 ragazzi dai 18 ai 30 anni.
Sempre nel 2008, negli Stati Uniti, ho partecipato alla campagna per le primarie dell’allora outsider Barack Obama, come volontario nel suo comitato di New York.
Tra il 2010 e il 2012 sono stato coordinatore di Alliance of Democrats, network internazione di forze politiche e think tank democratici di oltre 50 paesi. Abbiamo promosso numerose conferenze internazionali sui temi della lotta globale ai cambiamenti climatici e sulla promozione della democrazia in partnership con il Center for American Progress, diretto da John Podesta. Ho sostenuto la lotta del popolo tibetano in esilio, sono stato ospite del loro Parlamento e ha avuto il privilegio di conoscere personalmente il Dalai Lama, Tenzin Gyatso. Anche per questo ho, in questa XVIII legislatura fondato l’Intergruppo parlamentare Italia – Tibet
Nel 2012 e 2013 ho coordinato il Centro per un Futuro Sostenibile, fondazione creata nel 1988 da Francesco Rutelli per la tutela dell’ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici.
Ho allenato per alcune stagioni una squadra di calcio a cinque femminile e recentemente ho fondato insieme ad alcuni amici di diversi paesi l’associazione Open Goal al cui evento di lancio ha partecipato il primo ministro del Canada, Justin Trudeau: lo scopo è quello di creare integrazione e di promuovere i valori della società aperta attraverso il calcio. Sono un grande appasionato di cinema. Ho scritto su diverse testate e promosso numerose rassegne cinematografiche.
Da alcuni anni faccio parte della giuria di “Bimbi Belli”, il festival estivo organizzato da Nanni Moretti e dedicato alle opere prime.
Ho partecipato con entusiasmo all’avventura di cambiamento lanciata da Matteo Renzi alla stazione Leopolda. Nel 2012 l’ho sostenuto nella corsa alle primarie ed ho animato le iniziative del suo comitato a Roma. Nel 2013 ho fatto parte del coordinamento del comitato nazionale per Matteo Renzi segretario.
Sono tra i fondatori dell’associazione “Roma riparte adesso” dedicata al futuro della Capitale e nel 2016 ho coordinato la campagna elettorale di Roberto Giachetti a sindaco di Roma.
Sono stato vicesegretario del Partito Democratico di Roma e più volte membro dell’assemblea nazionale del PD.
Sono membro della Direzione nazionale del PD e nel luglio 2017 Matteo Renzi mi
ha nominato nell’Esecutivo nazionale, con delega alle città metropolitane.
Nel marzo 2018 sono stato eletto Deputato.